Comschool-Report

Costruire buoni rapporti per costruire se stessi

Cosa dicono gli esperti

La povertà influisce in modo significativo sulle risorse a disposizione degli studenti. A causa di questa mancanza di risorse, molti studenti devono lottare per raggiungere gli stessi livelli di rendimento scolastico degli studenti che non vivono in povertà. I fattori che influenzano il rendimento degli studenti includono reddito, fonte di reddito e livello di istruzione dei genitori. Sebbene molti studenti poveri ottengano un punteggio inferiore alla media su misure di valutazione, tecniche di istruzione e strategie attuate in classe, scuola o distretto, e i livelli del governo nazionale possono aiutare a ridurre il divario fornendo agli studenti l’assistenza necessaria al fine di ottenere alte prestazioni nel mondo accademico.

Il valore della comunicazione

Il rendimento degli studenti, in particolare per gli studenti a rischio, è influenzato dai valori e dalle convinzioni della famiglia e della comunità (Shields, 1991). Alcune famiglie e le comunità, in particolare nelle aree colpite dalla povertà, non fanno valorizzare o comprendere l’istruzione formale. Questo porta a studenti impreparati all’ambiente scolastico. Inoltre, questo porta a malintesi in merito ad azioni degli studenti e ai discorsi degli insegnanti a causa di variazioni in norme e valori. L’istruzione efficace consentirà agli studenti di utilizzare le proprie esperienze di vita come punto d’inizio per l’istruzione adattando l’istruzione alla cultura degli studenti. Gli insegnanti dovrebbero incoraggiare la partecipazione attiva all’apprendimento da parte di tutti gli studenti delle classi al fine di incoraggiare anche gli studenti a rischio. La scuola deve creare una partnership con i genitori che cercano di coinvolgere gli altri genitori, in particolare quelli degli studenti a rischio, nel processo scolastico fornendo suggerimenti agli stessi genitori per aiutare gli studenti a raggiungere il successo accademico. Attraverso una ricerca condotta da Bergeson (2006), la necessità di creare partenariati più forti e migliori tra scuole, famiglie e comunità fornendo al contempo migliori programmi di intervento per studenti erano evidenti barriere esterne eccezionali. Redman (2003) suggerisce che la tecnica per creare un rapporto positivo con i genitori avviene attraverso la condivisione di comunicazioni positive e costruttive sullo studente con i genitori, in particolare per studenti a rischio. Le comunicazioni positive tra bambini e studenti e i rispettivi genitori hanno aiutato a sentirsi accettati nell’ambiente scolastico che è tipicamente una grande barriera per le famiglie che vivono in povertà.

A loro volta, i genitori erano più disponibili ad aiutare con le attività relative alla scuola sia a scuola che a casa, creando così a partnership tra genitori e scuola.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Pinterest
Reddit
VK
OK
Tumblr
Digg
Skype
StumbleUpon
Mix
Pocket
XING
Email
Print
COMMENTA
Leave a Response

Lascia un commento